Seleziona Pagina

Ravioli con farina di miglio bruno e carciofi

Gen 8, 2017 | Primi, Ravioli | 0 commenti

Ravioli con farina di miglio bruno e carciofi

8 Gen 2017 | Primi, Ravioli | 0 commenti

Miglio indiano o Miglio bruno chiamato anche kurakkan, lo trovate spesso nei supermercati etnici tra i prodotti asiatici o nord africani. Difatti è tra i cereali più coltivati nelle zone aride come il sorgo o il miglio perlato. Capace di adattarsi ai climi più ostili e con scarsa piovosità; presenta un apparato radicale particolarmente esteso che permette alla pianta di sopravvivere anche con poca acqua. L’uso che proviamo a farne oggi è più insolito, visto che è molto utilizzato per pane, torte e zuppe. Anche se lo abbiamo già utilizzato per le lasagne in questa ricetta. Invece in questa prepareremo ravioli con farina di miglio e carciofi.

La lavorazione delle farine prive di glutine e integrali comporta sempre una certa difficoltà, ormai superate anche grazie all’uso di semplici attrezzi di lavoro. Principalmente con la famosa macchina della pasta (meglio conosciuta come nonna papera). Ce ne sono di diversi modelli e per ogni tipo di esigenza. Dalla manuale a quella elettrica. Ci servirà a stendere la sfoglia senza il mattarello e lavorare velocemente per chi non ha molta praticità. I rulli, azionati da una manovella o da un motore elettrico, possono stendere la sfoglia a spessori diversi. Serviranno diversi passaggi per arrivare ad uno particolarmente sottile ma non fragile per il tipo di farina da noi utilizzata.

Preparazione

RAVIOLI CON FARINA DI MIGLIO BRUNO E CARCIOFI

  • Per prima cosa miscelate le due farine e disponetele sul tavolo formando la solita fontana. Se usate un robot da cucina inserite le due farine e aggiungete le tre uova (medie vanno bene). Dovrebbero bastare a formare un impasto sodo e lavorabile, altrimenti aggiungete acqua nella quantità necessaria per raggiungere la consistenza (si parla di una piccola quantità). Poi lasciate l’impasto riposare per una mezz’ora, avvolto nella pellicola.
  • Un frattempo preparate il condimento. Prendete i carciofi freschi, privateli delle foglie esterne e tagliamoli sottili. Poi in una padella aggiungete l’ olio e uno spicchio di aglio e subito dopo mettete a stufare i carciofi a pezzi per 10-12 minuti. Copriteli e regolate di sale. 
  • Appena cotti schiacciateli con una forchetta oppure passateli nel tritatutto qualche secondo rimuovendo l’aglio.
  • A questo punto unite la ricotta fresca e formate un impasto omogeneo che servirà come ripieno per i ravioli con farina di miglio.
Ravioli con farina di miglio bruno e carciofi

RAVIOLI con ripeieno di CARCIOFI

  • Dunque cominciate a stendere la sfoglia con il mattarello o con la macchina della pasta fino ad arrivare a uno spessore di 2 millimetri.
  • Stendete la sfoglia e con un cucchiaino formate delle palline che distanzierete ogni 4 cm. Coprite con un’altra parte di sfoglia e con le dita fissate bene la pasta. Infine con il tagliapasta a rotella tagliate i ravioli e disponeteli su un panno pulito o su un’asse di legno.
  • Portate l’acqua a bollore per la cottura dei ravioli e cuocete per circa 4-5 minuti.
  • Invece per il condimento saltate velocemente uno spicchio di aglio con prezzemolo tritato nell’olio evo. Appena i ravioli con farina di miglio saranno cotti insaporite nell’olio e servite con scaglie di formaggio pecorino.

Non perdere le ricette del mese, Iscriviti alla newsletter!farine speciali

ricette - consigli - curiosità



Ingredienti

(dosi per 4 persone)
150 gr farina di miglio bruno
150 gr farina di semola
3 uova
ripieno
6 carciofi freschi
1 spicchio d’aglio
200 gr ricotta fresca
pepe e sale
condimento
olio e prezzemolo tritato
pecorino in scaglie

Ravioli con farina di miglio bruno
Ravioli con farina di miglio bruno
Vota la ricetta
recipe image
Nome ricetta
Ravioli con farina di miglio bruno e carciofi
Autore
Pubblicata
Preparazione
Tempo cottura
Tempo totale
Condividi su

ultimi video

Ricette per Menù

NEWSLETTER

Non perdere le nostre ricette! Iscriviti alla nostra newsletter.

0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.