Seleziona Pagina

Peperoni alla carrettiera, con un segreto per renderli più digeribili

Set 17, 2022 | Antipasti, Insalate e contorni | 0 commenti

I peperoni alla carrettiera sono un contorno delizioso e stuzzicante, adatto ad accompagnare carne o pesce, oppure semplicemente come portata per antipasti a buffet. Un contorno della tradizione che con un piccolo segreto renderemo più digeribile.

Peperoni alla carrettiera, con un segreto per renderli più digeribili

17 Set 2022 | Antipasti, Insalate e contorni | 0 commenti

La peperonata è una ricetta molto amata ma allo stesso tempo anche difficile da digerire. In questa ricetta sveleremo dei semplici trucchi da adottare, per molti contorni a base di peperoni e non solo per i peperoni alla carrettiera. Infatti la parte più difficile da digerire è la pellicina che riveste il peperone dolce. Quindi quando non è possibile rimuoverla ci sono alcuni trucchetti di cottura che possono aiutare. Innanzitutto il peperoncino piccante che renderebbe i peperoni molto più digeribili. Per dirla tutta questa capacità è data dalla capsaicina, una molecola presente nel peperoncino piccante che stimola i recettori dello stomaco.  Questa soluzione non è l’unica, anche perché sarebbe poco praticabile soprattutto se a qualcuno non piace il piccante.

Ma fortunatamente esistono altri trucchi per rendere la peperonata più digeribile, tra questi il più antico e funzionale è proprio l’impiego dell’aceto. Infatti ha funzioni molto più efficaci poiché va a neutralizzare quei componenti presenti nella buccia dei peperoni dolci e non solo. Sono da sempre note le capacità depurative e disinfettanti proprio dell’aceto. In più la presenza dell’aceto crea quello stuzzicante e piacevole equilibrio tra gli altri ingredienti, che tendono al retrogusto dolciastro.

Oltre all’aceto presente nella ricetta dei peperoni alla carrettiera, un altro ingrediente che ha forte potere digestivo sono proprio i semi di finocchio. Infatti le proprietà digestive di questa spezia sono note da sempre e in più con l’aggiunta dei semi di finocchio si impreziosisce la portata con il suo inconfondibile aroma.

Non perdere le ricette del mese, Iscriviti alla newsletter!farine speciali

ricette - consigli - curiosità



Preparazione

Peperoni alla carrettiera

  • Prima di tutto lavate per bene i peperoni, rimuovete la calotta superiore ed eliminate tutti i semi.
  • Fatto questo in una padella antiaderente versate dell’olio evo e uno spicchio di aglio. Fate scaldare e subito dopo aggiungete i peperoni tagliati a striscioline.
  • Chiudete la pentola con coperchio e lasciate cuocere i peperoni a fiamma moderata per 10 minuti.
  • In un’altra padella, sempre antiaderente, tostate il pane grattugiato facendolo dorare. Fate però attenzione a non bruciarlo, basteranno infatti pochi minuti, poi mettetelo da parte. Infatti servirà per completare la ricetta dei peperoni alla carrettiera.
  • Dopodiché spegnete e lasciate raffreddare, mentre tritate il prezzemolo finemente e quando sarà freddo aggiungete anche il pecorino grattugiato.
  • Trascorsi i primi 10 minuti regolate di sale i peperoni e aggiungete i semi di finocchio. Lasciate quindi cuocere altri 10 minuti avendo cura di rigirare spesso per non bruciare.
  • Per concludere aggiungete l’aceto, il timo e fate evaporare un minuto, poi spegnete.
  • Infine unite il pane grattugiato, il prezzemolo e il pecorino miscelato insieme precedentemente.

Servite poi i peperoni alla carrettiera tiepidi o freddi.

peperoni alla carrettiera

Ingredienti

5 peperoni misti
5 cucchiai di pane grattugiato
2 cucchiai di pecorino grattugiato
1 spicchio di aglio
1 peperoncino piccante
olio evo q.b.
timo q.b.
2 cucchiai di aceto
1 cucchiaio di semi di finocchio

 

peperoni alla carrettiera
Vota la ricetta
recipe image
Nome ricetta
Peperoni alla carrettiera, con un segreto per renderli più digeribili
Autore
Pubblicata
Preparazione
Tempo cottura
Tempo totale
Media
4.51star1star1star1star1star Based on 2 Review(s)
Condividi su

ultimi video

Ricette per Menù

NEWSLETTER

Non perdere le nostre ricette! Iscriviti alla nostra newsletter.

0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.